Cos’è la rinoplastica?

Per rinoplastica si intende un intervento chirurgico il cui scopo è quello di ricreare le giuste proporzioni fra il naso ed il viso. 

La proporzione del viso è importante per sentirsi a proprio agio con sé stessi; e se la forma del naso non è in armonia con il contesto del volto e con la personalità del soggetto, è possibile anche arrivare a soffrire di problemi psicologici e di autostima.

Per questo la rinoplastica può essere un valido aiuto per combattere i difetti del naso e restituire al volto le giuste proporzioni. I difetti del naso possono essere molti e soggettivi, ma il paziente può non sentirsi a suo agio con essi.

La procedura della rinoplastica è veloce e semplice: un chirurgo impiega in media trenta minuti per portare a termine tutta la procedura. Inoltre non è necessario il ricovero ospedaliero: l’intervento viene concluso in giornata.

Innanzitutto si predispone una fase di preparazione, nella quale vengono studiati i desideri del paziente, la loro fattibilità e quindi si procede alla ideazione del piano di intervento. Quindi si passa all’operazione.

Esistono due tipi di modalità per eseguire la rinoplastica: la rinoplastica ‘chiusa’ e quella ‘aperta’.

La rinoplastica chiusa non prevede incisioni nella pelle: il chirurgo opera e modella il naso attraverso le radici, incidendo le mucose fino a giungere alla parte di osso o di cartilagine che intende rimodellare. Una volta modellato il naso, il chirurgo riposiziona la pelle, senza bisogno di alcuna incisione. Si tratta di una procedura che non lascia segni visibili sulla pelle e viene eseguita da un chirurgo che abbia una grande esperienza alle spalle.

La rinoplastica ‘aperta’ invece prende l’incisione della columella, cioè la porzione di pelle che si trova fra le narici. Questo intervento lascia una piccola cicatrice visibile che comunque rimane ben nascosta sotto il naso.

Per una migliore preparazione all’intervento di rinoplastica, è consigliabile che il paziente segua le indicazioni del medico e anche i controlli sul proprio stato di salute, per affrontare senza alcun rischio l’intervento. Inoltre è bene evitare fumo, farmaci a base di acetilsalicilico ed alcol per due settimane prima dell’intervento.