Caratteristiche del mutuo fondiario

Fra le diverse proposte di mutuo che vengono offerte dalle banche c’è il mutuo fondiario, un tipo di finanziamento di medio-lungo termine da non confondere con quello ipotecario; per tale motivo per chi vorrebbe comprare un immobile è importante abbia le giuste informazioni sulla differenziazione e sulle peculiarità che sono basilari per entrambe le forme.

Il contratto di mutuo fondiario è un tipo di finanziamento di medio-lungo termine prevedente l’acquisto di un immobile che già esiste con la stipulazione di un’ipoteca di primo grado sull’immobile comprato garantendo l’adempimento corretto dell’obbligazione pluriennale assunta con la banca erogatrice del credito oppure finanziaria per un termine massimo di 30 anni. La materia è trattata negli articoli da 38 a 42 del D.L. n. 385 del 1° settembre 1993 del “Testo unico delle leggi in materia bancaria e creditizia” che è stato inserito nella sezione I del capo VI del detto testo unico, avente come titolo “Credito fondiario e alle opere pubbliche”.

L’ipoteca accesa sull’immobile comprato è di primo grado così per poterla differenziarla dalle altre ipoteche che potrebbero esserci sullo stesso immobile, questo va a sancire l’ordine di priorità e di prelazione del creditore a differenza degli altri. Dunque, dove si verifichi l’inadempienza nell’obbligazione che è stata assunta dal debitore, soggetto contraente del contratto di mutuo fondiario, il creditore che è in possesso della garanzia di ipoteca di primo grado avrà diritto di soddisfarsi in modo prioritario sugli altri creditori nell’ordine del grado di ipoteca accesa sull’immobile.

In relazione al plafond massimo, ovvero il tetto importo limite di capitale che potrà essere erogato dall’istituto di credito è di solito fino all’80% del valore dell’immobile che è oggetto di ipoteca ma, in alcuni casi, laddove l’acquirente necessitasse di un importo di spesa fino al 100% del valore dell’immobile la banca erogatrice, valuterà in modo attento e per ciascun caso la pratica di accensione del mutuo fondiario. La banca potrà quindi, richiedere al contraente un’altra forma di garanzia che si caratterizza in una polizza assicurativa oppure in un contratto di fidejussione, inoltre quando ci sono anche altre ipoteche che gravano sull’immobile, il massimo limite dell’80% andrà a coprire il residuo capitale del precedente finanziamento.

Di interesse è la forma di mutuo fondiario che viene proposta dalla Banca Etica prevedente dei vantaggi per i soggetti intenzionati a comprare oppure a ristrutturare un immobile esistente per un uso abitativo rispettando l’efficienza energetica: tale forma di finanziamento ha un termine superiore a 18 mesi e richiede un tipo di ipoteca di primo grado sull’immobile che andrà a comprendere non soltanto il valore intero di mercato dell’immobile ma pure una somma per la copertura delle spese sostenute per poter procedere all’espropriazione del bene immobiliare.